di Mimmo De Simone | associazione Love for Sant’Anastasia


Quaranta giorni fa l’amministrazione Comunale di Sant’Anastasia cacciava dalla sede comunale “Love for Sant’Anastasia“. Veniva buttata fuori così una delle associazioni di volontariato più attiva del territorio. Ci cacciava per motivi “politici” non essendo stata la stessa il bacino di voti che da noi non avevano avuto. Al contrario. Non ci eravamo “allineati” prima, non ci siamo “allineati” dopo. Unici tra le quattro associazioni che erano state messe nelle condizioni di operare con la delibera 81 del 15 marzo del 2018 (di cui segue copia integrale) dalla vecchia amministrazione, “Love for Sant’Anastasia” veniva cacciata quaranta giorni fa. Una vicenda che faceva discutere e che ora trova una svolta grazie ad un nostro impegno personale e anche economico.


Abbiamo posto, in questo lungo periodo, in merito ad un provvedimento assurdo tante domande ma non abbiamo mai ricevuto risposte. L’amministrazione ha scelto di non rilasciare dichiarazioni, di non dare motivazioni. Non poteva che fare questo. Ha scelto il silenzio volendo così penalizzare tutti noi che abbiamo operato ed operiamo senza alcun fine politico ma solo ed esclusivamente sociale. Sono stati miseri gesti quelli dell’amministrazione che restano miseri e riportano alla volontà di chi li ha commessi. Noi, al contrario, siamo convinti che “Solo chi sogna può volare” e con questo slogan abbiamo scelto di ripartire.

Il 12 giugno inaugureremo la nostra nuova sede associativa. Una scelta obbligata. Non potevamo lasciare le famiglie che assistiamo ancora allo sbaraglio. Abbiamo atteso invano soluzioni che non ci sono state date. Abbiamo atteso risposte che ci sono state negate e quindi ci siamo autotassati e abbiamo fittato un locale privato.
Ogni mese per assistere gli anastasiani in difficoltà saremo costretti a pagare un fitto, a sostenere spese di utenze e tanto altro ma, dato che era l’ unico modo per continuare, lo abbiamo fatto e lo faremo con immensa gioia. Chi ci voleva fermare per motivi politici, chi voleva farci scomparire non vincerà. Continueremo a fare quello che abbiamo sempre fatto con una forza ancora maggiore senza fermarci davanti a qualsiasi ostacolo che loro vorranno porci davanti. La loro scelta scellerata ha fatto molto rumore. Abbiamo ricevuto attestazioni di stima da tantissime persone anche non di Sant’Anastasia perché il bisogno non conosce frontiere. E tanti hanno disapprovato una scelta che è frutto di odio e di livore che questi dell’amministrazione hanno nei nostri confronti e non solo. Non volendo diventare servi sciocchi di nessuno meno che meno di loro abbiamo scelto di continuare accollandoci ogni impegno anche economico.


Per chi vuole noi il 12 giugno inauguriamo la nostra nuova sede in via Nicolò Paganini 30 a Sant’Anastasia. Io e tutti I volontari vi aspettiamo. Sono stati giorni lunghi e bui, ma alla fine il sole ha preso il sopravvento, il bene vince sempre!