A Sant’Anastasia dove la Giustizia è di tutti e di nessuno in mezzo ai fuochi d’artificio

6 thoughts on “A Sant’Anastasia dove la Giustizia è di tutti e di nessuno in mezzo ai fuochi d’artificio

  1. È vero: non solo COSA….troppo facile da dire! Ma CON CHI? COME? QUANDO?
    Abbiamo un un urgente bisogno di FATTI.
    BRAVO De Simine.

  2. È vero: non solo COSA….troppo facile da dire! Ma CON CHI? COME? QUANDO?
    Abbiamo un un urgente bisogno di FATTI.
    BRAVO De Simone.

  3. Antonio un’attenta analisi hai fatto !!
    Complimenti!!
    La situazione che hai descritta è ahimè veritiera non fa una piega…
    Tuttavia ti sarei grato se potresti dare un consiglio ..illuminare qualche via da seguire per poter cambiare questa situazione,
    ..questo status vizioso in cui è sprofondato il nostro amato paese….

  4. Una disamina attenta e profonda del degrado sociale di uno dei tanti paesi del Sud. Il De Simone non trova rimedi possibili nella la politica che promette e non risolve, nella giustizia uguale per tutti, ma lenta e corrotta negli ingranaggi e nemmeno nella bellezza che eleva ma non sfama. L unica alternativa sta nel diffondere la consapevolezza, nella modifica dei comportamenti e nel non perdere la speranza

  5. Il De Simone fa una profonda e amara analisi del degrado sociale di Sant Anastasia, smantellando il cieco operato della politica, della giustizia e anche dell inutile spreco della bellezza eppure non perde la speranza del cambiamento e ci indica una possibile soluzione nella modifica dei comportamenti e nell impegno civile di tutti

  6. Il De Simone presenta un’interessante e profonda analisi del degrado sociale di Sant Anastasia, aggravata da una politica che promette ma non realizza, da una giustizia bendata che sembrano non lasciare presagire soluzioni eppure lo sguardo attento del sociologo coglie nella
    consapevolezza e nella modifica dei comportamenti
    l unica speranza di rinascita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *