Al “Pacioli” di Sant’Anastasia “con” il Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli

Si è trattata di una battaglia culturale e civile alla quale il preside Antonio De Michele dell’Istituto Statale d’Istruzione Superiore “Luca Pacioli” di Sant’Anastasia ha dedicato almeno gli ultimi quattro anni. Il ragionamento era ed è del tutto condivisibile. Lungo la traiettoria di un territorio che va da San Sebastiano a Pollena e arriva a Sant’Anastasia fino a Somma ed Ottaviano non c’è un solo Liceo musicale. Un’area geografica di quattro e più comuni nella quale ci sono diverse scuole medie inferiori che hanno “indirizzi musicali” e sono quelle che raccolgono, già da quella età degli studi, tutti i ragazzi che hanno particolari propensioni verso lo studio della musica, dal canto ai diversi strumenti musicali. Solo Sant’Anastasia ne conta ben due a cui si sommano quelli di San Sebastiano, Somma, Ottaviano. In altre parole, come è accaduto in questi anni, un ragazzo, una ragazza che termina la scuola media ad indirizzo musicale, se vuole continuare con la scuola superiore gli studi musicali, o deve rinunziare alla sua vocazione/propensione o è costretto a spostarsi, già negli anni della scuola superiore, nella città di Napoli o su altre traiettorie (Palma Campania per esempio) mal collegate o per nulla collegate con i mezzi pubblici in partenza da Sant’Anastasia o dai paesi vicini. Così l’idea di chiedere, negli ultimi quattro anni di fila, l’attivazione di un indirizzo musicale, di un liceo musicale quindi, che si affiancasse agli altri indirizzi di cui oggi dispone il “Pacioli” di Sant’Anastasia. Una richiesta non andata a buon esito finora. Ma da settembre prossimo arriva una soluzione “intermedia” concordata con il Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli e resa concreta da un dispositivo che è norma di legge.

Il Protocollo d’Intesa è stato siglato e sottoscritto sul finire di giugno scorso dai vertici delle due Istituzioni pubbliche, il Pacioli ed il Conservatorio di Napoli San Pietro a Majella, e consentirà agli alunni che si iscriveranno al Pacioli per l’anno scolastico 2019/20 di seguire un numero di ore dedicate allo studio della musica e, aspetto per nulla irrilevante, di accedere al termine del corso di studi superiori, per approfondire e completare l’ambito e le competenze musicali direttamente presso il Conservatorio di Napoli San Pietro a Majella di Napoli.

Una vera possibilità ed una novità importante annunciata con un manifesto pubblico in questi giorni accolto con grande favore dai molti ragazzi che in questi territori, avendo propensioni per la musica ed i suoi ambiti, frequentano scuole medie ad indirizzi musicali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Vai alla barra degli strumenti